Petra Magoni

J’aime ta couleur café – Io amo il tuo color caffè Tes cheveux café – I tuoi capelli caffè Ta gorge café – La tua gola caffè J’aime quand pour moi tu danses – Amo quando danzi per me Alors j’entends murmurer – Allora io sento mormorare Tous tes bracelets – Tutti i tuoi braccialetti…

Io non mi chiamo Miriam

L’anno scorso avevo comprato questo libro perché avrei voluto regalarlo a una mia carissima amica per Natale. Sapevo del suo interesse per i racconti sulla persecuzione degli ebrei, era sempre documentatissima su quell’argomento e sulla pazzia che aveva colpito una parte di mondo durante la seconda guerra mondiale. Io invece avevo sempre evitato, salvo rare…

Chain of fools

Chain, chain, chain, chain, chain, chain Catena, catena… Chain, chain, chain, chain of fools Catena di follia Five long years I thought you were my man Per cinque lunghi anni ho pensato che tu fossi il mio uomo But I found out I’m just a link in your chain Ma ho scoperto che sono solo…

Ad alto potenziale

Esiste un luogo comune che vuole che i ragazzi molto intelligenti debbano essere molto bravi a scuola. E se così non fosse? E se invece questi bambini plusdotati, a scuola si annoiassero tanto da perdere interesse per lo studio? E se i loro compagni li considerassero dei “diversi” e per questo li escludessero, se non…

È finita

  Chiare, fresche, dolci acque ove le belle membra posi felice ormai una vita fa. Eccomi, son tornata, ciao a tutti. Portate pazienza, appena riesco a tirarmi su… inizio con i nuovi articoli, datemi ancora un attimo… E grazie per essere ancora qui. 🙂

È arrivata

È arrivata l’estate e il ritmo rallenta, gli occhi si socchiudono, i bambini giocano e i post si diradano. La rubrica del lunedì sulle donne che cantano riprenderà a settembre. Gli altri post quest’estate li affido al caso, letture, emozioni e suggestioni che il vento mi porterà, mescolate a onde e sabbia. Buona estate a…

I treni a vapore

Io la sera mi addormento e qualche volta sogno perché voglio sognare E nel sogno stringo i pugni, tengo fermo il respiro e sto ad ascoltare Qualche volta sono gli alberi d’Africa a chiamare Altre notti sono vele piegate a navigare Sono uomini e donne e piroscafi e bandiere Viaggiatori viaggianti da salvare Delle città…