Questa simpatica signora che legge in riva al mare ha deciso che, una volta finita la lettura, lascerà il libro a disposizione degli altri clienti del suo Bagno, con una bella iniziativa personale di passalibro (anche detta Book Crossing) che le fa onore.

Ritmo serrato, carica emotiva, energia, acume, risultato elettrizzante, sorprendente, ricco di colpi di scena, difficile staccarsene, tiene incollati. Questi sono alcuni dettagli della descrizione e dei commenti dei lettori. Qualcuno aggiunge “Il giudizio entusiasta è moderato da qualche luogo comune di troppo, ma lo raccomando lo stesso.”

La scrittrice statunitense Karin Slaughter (1971) è l’autrice di questo poliziesco, ambientato ad Atlanta, che ha per protagonista l’agente speciale Will Trent, qui al secondo romanzo della serie a lui dedicata, arrivata ormai a quota 13.

Un atroce crimine ha colpito al cuore la periferia più ricca di Atlanta. Rientrando nella sua villetta nel verde di Ansley Park, Abigail Campano trova ad accoglierla vetri rotti, tracce di sangue e il corpo martoriato di una ragazza. Inizialmente, pensa che quelle membra straziate siano della figlia Emma: disperata, la donna si avventa su quello che ritiene essere l’aggressore. Poi, lentamente, la verità comincia a farsi strada: non è di Emma quel corpo riverso sul pavimento; non è il suo assassino quel ragazzo che Abigail ha appena ucciso, a mani nude. Le indagini vengono affidate alla polizia di Atlanta, ma torbidi giochi di potere e un errore di valutazione da parte delle autorità, rendono inevitabile l’intervento di Will Trent, agente speciale del Georgia Bureau of Investigation. Perché c’è qualcosa in quei vetri rotti, in quelle tracce di sangue, nello sguardo spento di Abigail che solo Will Trent saprà leggere: ma dovrà fare in fretta, costretto a una corsa contro il tempo per evitare che altre vite vengano spezzate in nome di un segreto che nessuno sembra voler svelare. Un thriller appassionante che segna il ritorno di Will Trent e della serie bestseller inaugurata con “L’ombra della verità”.

Karin SlaughterTre giorni per morire, Fanucci 2018 (pubbl. originale 2008)