Gianna Nannini

  Ragazzo dell’Europa Tu che guardi verso di me Hai visto i tori nel sonno E hai lasciato Madrid Stai nei miei occhi e racconti Le sirene e gli inganni del tuo sogno che va Tu ragazzo dell’Europa Tu non perdi mai la strada Tu che prendi a calci la notte Bevi fiumi di vodka…

Ottobre

Ottobre era il mese più dolce I baci e le carezze sotto l’albero di limone L’uva era la nostra refurtiva preferita La vendemmia una sacrosanta tradizione di famiglia. Ottobre era il mese migliore Per scorgere i tramonti che infuocavano l’orizzonte Trafelate ci alzavamo e con disinvoltura Rientravamo in scena con le gote rosse ed una…

Recidiva

Asina, mula creativa, chiamo grandine a catinelle. Schianto di erranti sbagli sul cemento, trapano buchi senza indugi, riattivo neuroni smarriti. In rugiada notturna riposo stremata su tela sottile di ragno, pure io ululo alla luna. Sola, come tocca ad ognuno, dentro. Chiamo timpani e ossicini all’ordine, prodigo maggiori cure, aguzzo baffi, riscruto l’orizzone. Voglio. Ok,…