Kafka sulla spiaggia

Ho finito di leggere questo complesso romanzo che mi ha lasciato perplessa. Ci sono molte (troppe?) stranezze: pseudo rapimenti Ufo, telepatia, mondi paralleli, esseri dal sesso incerto, gatti parlanti, il mito di Edipo rivisitato con tanto di morte del padre e sesso con la madre. Non manca niente del catalogo di quello che possono essere…

Consiglio d’autore: Oh merda!

  La merda è proprio un tabù, non solo per la sua sgradevolezza, ma anche per il portato ancestrale e il sacro timore che suscita in tutti noi. Eppure è proprio per questo che dovremmo conoscerla meglio, lei e quanto sia necessario a preservarci dai suoi pericoli. Conosci il tuo nemico, diceva Sun Tzu nell’Arte…

Urlo di mamma

Hai urlato al tuo bambino e non sapevi che questo lo avrebbe fatto esplodere in mille pezzi, disorientato, sparpagliato, introvabile. Non immaginavi che le tue urla lo avrebbero distrutto. Con questo libro impari che poi sarà tuo dovere andare a scovare i suoi pezzi, ovunque siano finiti, per poi ricucirli insieme. Impari anche che il…

Il circolo delle ingrate

Nonostante tutto si sposerà, la fanciulla protagonista di questo romanzo mirabile. Ma nell’annunciarlo le sfuggirà un gesto, forse le persone presenti nella stanza non l’avranno nemmeno notato, però il fatto che l’autrice, Elisabeth von Arnim (1866-1941) ce lo racconti fa riflettere: si porta le mani alla gola. La fanciulla in questione vive nei primi decenni del…

Musica per un incendio

Cosa aspettavano quei due a farla finita con il loro matrimonio? Che fosse finita. O che almeno qualcosa li avvertisse. Ma il problema è che erano sordi a qualunque avvertimento. Inerti e pesanti per ogni movimento. Restavano immobili in quella paralisi indotta senza riuscire a trovare soluzioni concrete. Simbolicamente ci avevano provato, diverse volte, con offese,…

Racconti orientali

Tredicesimo volume della collana “Racconti d’autore” curata da Il Sole 24 ore nel 2011, questo libro raccoglie due bellissimi racconti di William Somerset Maugham: “Mackintosh” scritto nel 1920 e “L’avamposto” scritto nel 1924. L’ambientazione di entrambi è quella che io preferisco tra le opere di Maugham e nella quale, secondo me, lo scrittore dà il meglio di sè:…

L’amore molesto

Tutti grandi i temi in questo bellissimo romanzo. Il tempo, la madre, le molestie sessuali ai bambini, il patriarcato e il maschilismo. Il tempo che passa, in questo romanzo, non è quello dell’orologio. Il tempo è quello dei pensieri della protagonista. Ci avete mai pensato a come sono diverse le misure del tempo interiore e…

La solitudine delle madri

Finalmente si può parlare, e l’autrice lo fa con parole semplici e chiare, di quanto essere madri sia anche difficile, faticoso, snervante, a tratti alienante. Certo, senza nulla togliere al grande amore che proviamo per i nostri figli. Senza che la nostra stanchezza tolga forza al desiderio che abbiamo di loro. Ammettere di sentirsi a…

Il vangelo secondo Biff, amico di infanzia di Gesù

Ma cosa avrà mai fatto Gesù tra l’infanzia e i trent’anni? L’altissimo decide che per l’umanità è giunto il momento di scoprirlo, perciò resuscita Levi, detto Biff, il migliore amico di Gesù. Chi meglio di lui potrà raccontare il percorso che ha condotto un bambino già diverso a diventare il messia che tutti noi conosciamo?…

Vita agra di un anarchico

Luciano Bianciardi è stato un bibliotecario, scrittore e giornalista toscano nato nel 1922 e morto nel 1971 all’età di 49 anni non ancora compiuti. Pino Corrias, anche lui scrittore e giornalista, scrive magnificamente la storia di Luciano Bianciardi. Ho ammirato il suo equilibrio, non c’è mai eccesso nelle sue parole, eppure ce n’è stato molto…

Gnanca na busìa

Seppellito sotto una coltre di povertà inaudita, inconcepibile per noi, l’intelletto di Clelia Marchi ha trovato la via per uscire dalla soffocante condanna al silenzio impartitale dalla sua licenza di seconda elementare. La sua voce si fa sentire in forma di racconto, quello di una vita di fatiche, privazioni e preoccupazioni. Il bisogno di dirla,…

La lunga attesa dell’angelo

Come si fa a recensire un libro così vasto e profondo? Dire che è emozionante sembra banale. Che è colto quasi un insulto. Racconta la vita del pittore Tintoretto, vissuto a Venezia in pieno 1500. Uomo, maschio, artista, superbo, prepotente, dominato dal proprio talento, tutto veniva dopo la sua arte, tutto. Così ancorato al suo…