In busta chiusa: W – Wim Wenders

Entrò nella stanza di quella sedicenne. Lui quarant’anni, era consapevole dell’enormità di quel passo. Adescato con l’autostop da una minorenne, attirato nella casa di mamma e papà che tanto sono al lavoro, abbeverato col Cointreau della vetrinetta e, ora, invitato ad accedere nel regno privato dell’adolescenza. Il primo colpo d’occhio già cominciò a stanargli i…

Libri in vacanza: Atti osceni in spiaggia

“L’eccitazione cerebrale di quei giorni sottrasse sangue alle parti basse. Accantonai ogni interesse sessuale e mi fiondai a casa di papà nei due pomeriggi successivi. Abitava in un bilocale grazioso poco distante da place de la Bastille, mi svelò di averlo acquistato con mamma qualche anno prima come investimento e per le loro fughe amorose.…

T-shirt n. 1

Ai Cartaresistenti, biglietto di ringraziamento: Ecco una foto della maglietta che mi avete mandato. Grazie anche perché insieme alla maglietta c’erano il bellissimo quadernetto, la confezione curata, l’adesivo con la frase… è un vero piacere accorgersi della gentilezza e della generosità che ci sono dietro una semplice azione come quella di spedire una maglietta. Tutto…

Il cerchio

Nel febbraio scorso una sfida lanciata da Cartaresistente (blog successivamente chiuso il 3 settembre 2017) aveva stimolato il mio istinto di competizione. Si trattava di scoprire con quali caratteri sconosciuti di una nazione misteriosa fosse scritta l’insegna di un negozio. Incredibilmente ho indovinato! La foto era stata scattata in Armenia e l’insegna era quella di…

Un tratto d’unione

Biglietto di ringraziamento per i Cartaresistenti (Fernando Ambrosi e Davide Lorenzon), pubblicato sul loro blog (poi chiuso il 3 settembre 2017): È arrivato il vostro regalo, un quaderno che, simbolicamente, mi sembra rappresentare molto bene anche il vostro pensiero: carta, esaltata nei suoi colori naturali e il bianco; stampa, con le sue sbavaure e tutta…

Un libro sotto l’albero: Congo

Grazie a Cartaresistente (blog chiuso il 3 settembre 2017) che accoglie i miei desiderata per Natale anche se scritti in dialetto modenese. Mè a vliva un léber sàta al mé èlber ed Nadel ch’al s’intitola Congo. Al n’è brisa un léber italian, l’è belga, però al pèrla ed l’Àfrica, per la precisiaun dal Congo. Mo…

Consiglio d’autore: Oh merda!

  La merda è proprio un tabù, non solo per la sua sgradevolezza, ma anche per il portato ancestrale e il sacro timore che suscita in tutti noi. Eppure è proprio per questo che dovremmo conoscerla meglio, lei e quanto sia necessario a preservarci dai suoi pericoli. Conosci il tuo nemico, diceva Sun Tzu nell’Arte…