Lettori da spiaggia – Controcorrente

Questo lettore approfitta del relax della spiaggia per tenersi informato e affronta una lettura che si discosta dal libro scacciapensieri che di solito si sceglie per le vacanze. Matteo Renzi (1975), noto politico italiano, è qui al suo undicesimo libro, con il quale affronta il tema della crisi di governo in Italia voluta dal suo partito all’inizio del 2021.

«All’inizio del 2021 abbiamo aperto una crisi di governo in piena pandemia. Ci hanno definito pazzi e irresponsabili ma noi pensavamo giusto e necessario per l’Italia cambiare passo sui vaccini, sull’economia, sul futuro. Oggi sono più convinto di prima. L’ho fatto e lo rifarei, dunque, senza alcun dubbio. Sono convinto che il nostro gesto abbia aiutato in modo decisivo l’Italia a svoltare. Grazie al nostro coraggio e all’arrivo di Mario Draghi, il Paese e più forte di prima. E tuttavia avverto la responsabilità di raccontare, confidare, illustrare ciò che è accaduto in queste settimane, per chi davvero vuole conoscere, giudicare e criticare le nostre scelte. Ma voglio farlo partendo dalle ragioni profonde che ci hanno mosso, non dalla verità preconfezionata degli slogan, dei tweet, dei titoli acchiappa consenso. Ciò che è avvenuto non è una sconfitta della politica, ma il capolavoro di una politica che vive di idee e non si piega alla logica dei sondaggi e degli influencer. Di una politica capace di essere controcorrente. Siamo andati controcorrente per realizzare questa svolta. Controcorrente, contro tutti. Ma nel mondo che cambia ci sarà sempre più bisogno di persone capaci di andare controcorrente».

Matteo RenziControcorrente, Piemme 2021

11 pensieri su “Lettori da spiaggia – Controcorrente

  1. Vedo un neo, ed il Matteo ne ha da vendere. Considerato poi che, le poche volte che ho avuto la sventura di approcciarmici, la sua prosa mi è sembrata francamente insopportabile, e che dunque nessuno potrebbe mai sopportarla di sua spontanea volontà, non rimane che una possibilità: hai fotografato Renzi che leggeva il suo stesso libro.

    P.S.: chissà se poi il Matteo ci crede davvero, alle panzane che scrive…

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...