Lettori da spiaggia – Ogni piccola bugia

13

Il mondo intorno a lei è fatto solo di suoni, rumori, voci. Ed è grazie a quelle voci frammentarie e confuse che Amber Reynolds capisce di aver avuto un incidente d’auto e di essere in una stanza di ospedale. In coma. Amber non ricorda nulla di quanto le è accaduto, e una domanda la perseguita da subito: com’è possibile? Io non guido quasi mai… Poi, tra quelle voci ne riconosce due, che diventeranno il suo unico contatto con l’esterno. Quelle di suo marito e di sua sorella. Ignari che Amber li possa sentire, i due discutono, litigano, rivelano dettagli e indizi. E lei si rende conto di non potersi fidare. Entrambi hanno qualcosa da nascondere.
Il romanzo si svolge su tre piani temporali, “Allora”, “Prima” e “Adesso”, salti temporali gestiti con grande abilità. L’autrice centellina informazioni, sparge qualche indizio, ma con molta parsimonia, fa guardare solo dal buco della serratura per poi consegnarci la verità, che, però, che rimane sempre “presunta”.

Alice FeeneyOgni piccola bugia, Nord 2017

 

13 bugia

4 pensieri su “Lettori da spiaggia – Ogni piccola bugia

Rispondi a Tratto d'unione Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...