I 7 pianeti – Saturno

5_Pianeti_Saturno

Illustrazione di Davide Lorenzon

Arrivarono su Mymas il 4 Maggio del trecentotrentatreesimo anno dopo il Numero Sette.
È importante atterrare esattamente quel giorno, perché è la data della Piccola Festa Prima dell’Evento.
Da quasi trecentocinquant’anni il Popolo celebra gioiosamente il 4 di Maggio e la Piccola Festa precede di tre settimane esatte l’Evento e la Grande Festa.
L’evento per chi non lo sapesse, ricorda il Numero Uno (o Numero Tre, dipende da come si conta).
Ci si prepara con cura per mesi all’accoppiata 4 Maggio – 25 Maggio, soprattutto per quel che riguarda l’abbigliamento: alcuni fedeli preferiscono vestire di bianco, altri di nero, altri ancora portano abiti marrone chiaro. Tutti si salutano con benedizioni e calorosi auguri, tutti sono amici e si vogliono bene nelle settimane che precedono la Piccola e la Grande Festa. Non che prima e dopo ci si ammazzi, sia chiaro, ma il periodo della Piccola Festa e della Grande Festa è il migliore dell’anno, quello in cui se la matematica non è un opinione, avviene il maggior numero di concepimenti e il minor numero di reati.
Per le celebrazioni del 4 Maggio Mymas è la meta più ambita da quando il servizio di astronavi da crociera della Skywalker Inc. ha reso il viaggio economico e veloce con tre tappe intermedie, più la possibilità di una settimana di soggiorno su Titano dopo il pellegrinaggio sul satellite più vicino a Saturno. Per questo sono sempre di più le persone che si prenotano per il tour, o almeno ci provano.
I posti sono limitati dalla capienza delle astronavi e dall’obiettiva difficoltà ad accomodare più di tremila persone sulla superficie butterata di Mymas. Inoltre, tutti i viaggiatori vogliono andare ad Herschel (non che su Mymas ci sia molto altro da vedere dopo tutto), stare nel centro del cratere e attendere l’accensione del laser colorato puntato verso Saturno alla mezzanotte spaccata (ora Universale Centrale) del 4 Maggio.
Uno spettacolo indimenticabile ed effimero con le tempeste esagonali di Saturno che si addensano attorno al potente fascio energetico e ballano coloratissime gighe che paiono vive.
Se pensate poi che tutto questo avviene a poche migliaia di chilometri dagli anelli di Saturno, beh, non so se ho reso l’idea della bellezza della cosa.
Ma per il Popolo l’importante è la data, essere proprio li proprio quel giorno vestiti esattamente come sono vestiti loro, di bianco, di nero o marrone e bearsi della luce abbacinante del raggio laser mentre ci si saluta con l’augurio che San Genobio rivolgeva sempre a San Luca: “Che la forza sia con te!”.


“I 7 pianeti” : testi di Barney
Illustrazioni di Davide Lorenzon CRT2
Progetto I magnifici 7

2 pensieri su “I 7 pianeti – Saturno

  1. Pingback: A volte ritornano: Saturno (5 di 7) | BarneyPanofsky

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...