I 7 pianeti del sistema solare

0_Pianeti_Presentazione

Illustrazione di Davide Lorenzon

Esclusa la Terra per ovvi motivi, ci sono nel nostro sistema solare altri 7 pianeti: Mercurio, Venere, Marte, Giove, Saturno, Urano e Nettuno, tutti inospitali per l’uomo e, fino a questo momento, difficili da raggiungere.
Poi c’è la Luna considerata un satellite naturale della Terra, quindi esclusa da questo ragionamento e Plutone, classificato come il primo dei pianeti nani e dal 2006 fuori dalla classificazione adottata dall’Unione Astronomica Internazionale come pianeta del complesso sistema del Sole, una stella che già sappiamo: prima o poi si spegnerà.

Comete, planetoidi minori, asteroidi… insomma potrebbero essere 900 gli “oggetti” del nostro cosmo con dimensioni superiori a mille chilometri, a cui si aggiunge “VP113” (nuovo protagonista nano di recente scoperta) l’asteroide conosciuto più lontano da noi, probabile decimo corpo celeste inseguito da tempo dagli astronomi. Con un sistema di anelli simile a Saturno e chiamato non ufficialmente “Biden”, sospeso nella “nube di Oort” la culla delle comete, il transnettuniano “V113” si trova a 80 unità astronomiche dalla Terra.
Per convenzione i confini del nostro sistema solare sono invece posti a 50 unità astronomiche che equivalgono a 50 volte la distanza tra la Terra e il Sole che è di 150 milioni di chilometri. Ovvio che in questo spazio dove hanno posto i 7 Pianeti maggiori possano coesistere scoperte sorprendenti e fantasie sfrenate, che se raccontate diventano fantascienza. Proviamo a immaginare cosa potrebbe essere o pensare l’uomo che vive stabilmente su di essi o prova a raggiungerli, lavorarci pure, trovare aliene disposte a fare sesso senza diventare poi il loro cibo, passare del tempo senza annoiarsi e senza nostalgia suicida, non rimetterci la pelle per problemi siderali.
Non essendo i primi ad averlo ipotizzato e forse neanche gli ultimi, tutta la letteratura e il cinema di fantascienza, nonché la scienza stessa, ci tornano utili per questo divagare su mondi che ci vedrebbero naturalmente esclusi, se ci considerassimo degli esseri fragili e pieni di paura per l’ignoto, ma dall’altra l’essere estremamente immaginifici fino all’autoconvinzione può darci coraggio e trasformarci in pionieri pronti ad affrontare l’ignoto. Certo, anche in questo contesto la realtà a volte supera la fantasia e quindi il nostro mondo non avrebbe niente da invidiare a mondi sconosciuti, anzi gli estremi si potrebbero toccare e diventare possibili analogie.

I “7 pianeti del sistema solare, ovvero: vivere su altri mondi” è stato scritto da Barney che riprende la sua idea di fantascienza aiutato da quello che lui chiama “l’omino nel suo cervello” e quindi ci è parso un autore più che adatto per affrontare un compito così “fuori dal sistema che conosciamo”.
Le illustrazioni che ci accompagnano in questa nuova avventura di fantascienza sono ipotesi realizzate dall’estro creativo di Davide Lorenzon CRT2, che da tempo ha perso il sonno e di notte guarda il cielo stellato alla ricerca di qualcos’altro che gli liberi la fantasia e lo porti lontano da qui… perché tutto comincia a stargli stretto!


“I 7 pianeti” : testi di Barney
Illustrazioni di Davide Lorenzon CRT2
Progetto I magnifici 7

10 pensieri su “I 7 pianeti del sistema solare

  1. Pingback: A volte ritornano: i sette pianeti | BarneyPanofsky

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...