Le 7 unità di misura – Tempo (secondo)

2_Tempo

Illustrazione di Davide Lorenzon

Tardigradi – Criptobiosi

«Mamma?»
«Sì?»
«Sei sicura che dopo l’ibernazione ci risveglieremo?»
«Certo, tesoro, stai tranquillo. È capitato anche a me, a tuo padre, a tuo nonno, a tua nonna…»
«Ma perché voi avevate scelto di farvi ibernare?»
«Piccolo, te l’ho già spiegato. Noi non abbiamo scelto. È il mondo attorno che ha scelto per noi. Non avremmo potuto sopportare di vivere in quelle condizioni, dovevamo superare la Grande Glaciazione. Non potevamo scegliere, l’unica possibilità era affrontarla. Se avessimo cercato il calore, sarebbe stata una speranza vana e non saremmo sopravvissuti: non c’era altra via che assecondare il gelo, fino all’estremo».
«Sì, ma per quanto tempo?»
«Tanto.»
«Tanto quanto? Giorni? Mesi?»
«Anche anni.»
«E poi? Poi ci risveglieremo e torneremo uguali a prima?»
«Uguali a prima.»
«Davvero? È capitato così a voi?»
«Sì, tesoro. Stai tranquillo, fidati di tua madre. Certo, una sgranchitina alle gambe sarà necessaria, non è che i primi momenti dopo il risveglio potrai correre o nuotare come se nulla fosse successo.»
«Ma è successo così anche dopo l’esplosione alla centrale nucleare? Vi siete addormentati e poi vi siete risvegliati?»
«Esattamente, tesoro, come dopo l’esplosione. Non avremmo potuto sopravvivere alle radiazioni, diversamente!»
«Ed è successo così anche quando ci fu la grande siccità di cui mi parlavi?»
«Sì, amore mio. Quando si prosciugarono i corsi d’acqua noi eravamo pronti.»
«E quando l’ozono non faceva più filtro, e rischiavamo di essere bruciati dai raggi UV?»
«Sì, anche allora.»
«Mamma?»
«Sì?»
«Perché ci vogliono così male e ci obbligano a questo?»
«Non lo so tesoro. So solo che… non so fra quanto tempo, ma so solo che un giorno avranno bisogno di noi.»
«E noi?»
«E noi ci saremo, tesoro. La pazienza, il tempo, la resilienza sono dalla nostra parte… ricordi quel testo…? “Anche questo abbiamo imparato dall’acqua dei fiumi: tutto ritorna!”»
«Ooooh, mamma, come sei saggia… ti adoro…»
«Anch’io ti adoro, tesoro mio.»
«…»
«È giunto il momento. Coraggio, prima che sia troppo tardi tesoro… la temperatura sta salendo troppo.»
«Hai ragione mamma. Ci vediamo presto, vero?»
«Sì, ci rivediamo presto. Buona criptobiosi, amore mio.»
«Buona criptobiosi a te, mamma!»

Nota alla lettura (nella quale lo scrivente si limiterà al riferimento scientifico e volutamente si esenterà dall’esprimere, al meglio delle sue possibilità, giudizi di valore, interpretazioni o paragoni legati ad un sempre-in-agguato “sguardo antropomorfo”):
i tardigradi sono invertebrati di pochi decimi di millimetro di lunghezza, noti per la loro capacità di sopravvivenza alle condizioni estreme di temperatura, calore, radiazioni, pressione. Il meccanismo di resistenza messo in atto è noto come criptobiosi, che comporta la pressoché completa sospensione delle funzioni metaboliche per un tempo indeterminato, finché siano presenti le condizioni di vita sfavorevole.


“7 unità di misura” : testi di Ammennicolidipensiero
Illustrazioni di Davide Lorenzon CRT2
Progetto I magnifici 7

18 pensieri su “Le 7 unità di misura – Tempo (secondo)

  1. Pingback: ripresa: like e commenti – bortoblog 5 – cor-pus 15

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...