L’ibisco viola

Ibisco_copAncora una volta mi imbatto in un libro che parla di religione. E di nuovo ne rimango travolta. Cosa vorrà dire? Suppongo che il mio ateismo venga affascinato dai racconti su uomini e donne che lasciano decidere all’irrazionale il corso delle loro vite. Certo è che Chimamanda Ngozi Adichie è una scrittrice formidabile. L’ibisco viola è stato il suo primo libro, scritto all’età di 26 anni nel 2003. Su questo blog avevo già scritto del suo secondo libro Metà di un sole giallo, ambientato durante la guerra civile del Biafra. La Adichie è infatti una scrittrice nigeriana e L’ibisco viola è ambientato nel suo paese. Il libro racconta di Kambili una ragazza di circa quindici anni, di suo fratello Jaja poco più grande di lei, del loro padre Eugene, importante uomo di affari, cattolico integralista, proprietario dell’unico giornale indipendente dello stato, ricco e rispettato, della loro madre, dolce e remissiva. Attraverso le pagine del libro si srotola il dietro le quinte della facciata rispettabile del padre, conosciuto come uomo giusto e generoso, prodigo con le sue ricchezze, coraggioso nel difendere i diritti civili e nel sostenere, attraverso il suo giornale, posizioni scomode al potere. Imprenditore di successo, padre amorevole, marito gentile e amatissimo, uomo di fede indistruttibile e sincera.

Sarà proprio la fede che lo pervade, che determina ogni sua azione, ogni pensiero della sua vita, a distruggere la sua famiglia. Sarà lui, con la sua necessità di purezza e redenzione a trasformare l’amore in terrore. Sarà il connubio tra cultura nigeriana e integralismo cattolico a fargli credere di essere nel giusto. Sarà che tutte le “fedi” ci fanno credere che le nostre azioni siano giustificate sempre, anche quando diventano violente, se soltanto le compiamo nel nome di quella fede.
Un libro bellissimo, profondo e importante, L’ibisco viola si è aggiudicato il premio Hurston/Wright Legacy per la migliore opera prima e nel 2005 ha vinto il Commonwealth Writers’ Prize per la categoria “First Best Book”.

Chimamanda Ngozi, Adichie – L’ibisco viola, Einaudi 2006 (prima pubblicazione 2003).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...